Perché non puoi prevedere il mercato e cosa puoi fare per essere profittevole

Tempo di lettura: 4 min

Nel mondo della formazione sul trading ogni formatore ti propone il suo metodo vincente; un metodo che ti garantisce risultati al 100%.

Socrate, però, insegna: “l’unica cosa che so è di non sapere“.

E non c’è massima più vera nella vita, come nel trading.

Infatti, la sfera di cristallo non esiste. Non è possibile conoscere il futuro, soprattutto nei mercati finanziari.

Non puoi sapere con certezza cosa succederà, né nel breve né, tantomeno, nel medio-lungo periodo.

L’unica cosa certa è che si verificherà un movimento di prezzi al rialzo o al ribasso.

Ecco perché avere l’umiltà di ammettere di non sapere è fondamentale per diventare un buon trader; in quanto ti aiuta a capire che non puoi prevedere il futuro, ma puoi semplicemente fare le scelte migliori per trovare l’unica direzione verso il successo.

Da dove iniziare?

Ne parliamo in questo articolo.

Perché il mercato è imprevedibile

Se vuoi guadagnare con il trading devi imparare a prevedere il mercato”.

Sicuramente avrai sentito questa frase moltissime volte, imbattendoti in persone che promettono di insegnarti le strategie per predire l’andamento del mercato.

Beh, ti sveliamo una cosa: il mercato è imprevedibile.

Alan Greenspan, quando era governatore della FED, disse: “Abbiamo applicato tutti i modelli possibili per cercare di prevedere l’andamento del mercato dei cambi e non ci siamo riusciti”.

Quindi, se un’autorità come la Federal Reserve non riesce a prevedere l’andamento dei mercati valutari, è inutile che tu spenda energie e risorse per provarci.

Non esiste nessun metodo che possa predire il futuro, tantomeno sui mercati finanziari.

I mercati finanziari, infatti, si muovono sulla base di eventi macroeconomici probabilistici.

E potrebbe sempre, da un momento all’altro, arrivare un cigno nero che cambia tutte le carte in tavola.

Chi avrebbe potuto prevedere eventi come il mercoledì nero del 16 settembre 1992?
Quando nel giro di poche ore alcune banche centrali dovettero svalutare le proprie valute.

Oppure come il 15 gennaio 2015?
Quando la Banca Centrale Svizzera decise di sospendere la politica del tasso di cambio di 1,20 franchi svizzeri per euro, e il Pair EUR/CHF si svalutò del 30% in pochi istanti, spazzando via molti conti di trading.

Sicuramente non un algoritmo che prende le decisioni analizzando i dati passati.

Sappiamo cosa stai pensando: “Eppure io l’ho visto con i miei occhi, alcuni sistemi di trading funzionano”.

Questa è una delle obiezioni più comuni che ci vengono fatte.

La realtà è che sembrano funzionare, ma non è così, e ti spieghiamo subito il perché.

Sui mercati finanziari le probabilità di indovinare l’andamento futuro sono più alte rispetto ad altri settori. Il mercato, infatti, può andare solo in 2 direzioni: o sale o scende.

Questo significa che chiunque ha il 50% di probabilità di indovinare, o, al contrario, di sbagliare.

Ecco perché alcuni sistemi a volte funzionano; è una mera questione statistica di calcolo delle probabilità. Tuttavia, non danno assolutamente nessuna garanzia di avere dei risultati positivi.

Non puoi, quindi, pensare di impegnare tempo e risorse finanziarie in qualcosa che in teoria dovrebbe darti la previsione del futuro, ma poi nella pratica non è affatto così. 

Devi spenderli in un’altra direzione, al fine di ottimizzare le tue scelte.

Come essere profittevole in un contesto imprevedibile

Abbiamo detto che non esiste nessun sistema che ti permette di prevedere il mercato.

Il passato non ti dà certezza sul futuro e, soprattutto, nel futuro è sempre presente un cigno nero, cioè un evento improbabile, ma possibile, che può cambiare le carte in tavola.

Detta così sembrerebbe che fare profitti nel trading sia impossibile.

Non lo è, anzi: guadagnare con il trading (e anche tanto) è assolutamente possibile.

Per riuscirci, però, bisogna conoscere il giusto metodo.

Quale è?

Il giusto metodo è quello che ti fa accettare di subire una perdita limitata quando il mercato ti va contro, ovvero quando l’imprevedibilità crea un evento negativo; ma è anche costruito per moltiplicare di N volte i profitti quando l’imprevedibilità crea degli eventi positivi.

In particolare, utilizza 3 strumenti fondamentali: lo stop sull’equity, la leva finanziaria e l’anti-martingala.

Lo stop sull’equity, che è ben diverso dallo stop loss a cui sei abituato, è l’elemento che ti permette di proteggere il tuo capitale.

Con questo strumento, infatti, metti a rischio fin da subito solo il capitale che sei disposto a perdere. 

E se il trade va nella direzione opposta a quella da te prevista, subirai sì una perdita, ma calcolata. 

La leva finanziaria, invece, è il tuo alleato per moltiplicare le tue posizioni e, quindi, i tuoi guadagni.

Dimentica chi ti dice che la leva finanziaria è pericolosa. Lo è solo se lasci che distrugga tutto il tuo conto, ma se la utilizzi solamente su una piccola parte del tuo capitale, come insegniamo nel Metodo Samas, il tuo denaro è al sicuro. 

Come applichi l’effetto della leva sulle tue posizioni?

Utilizzando l’anti-martingala, una strategia che consiste nell’aumentare le posizioni con la parte di guadagno potenziale maturata solo quando i prezzi si muovono nella direzione auspicata.

Questi sono i 3 strumenti fondamentali che massimizzano le tue probabilità di successo nel contesto imprevedibile dei mercati finanziari.

Tuttavia, vincere sempre rimane impossibile. Per questo è fondamentale imparare ad accettare e metabolizzare anche le perdite.

Cosa fare quando il mercato ti va contro

Diciamoci la verità, la sensazione che si prova quando il trend si evolve a tuo sfavore e ti ritrovi a guardare la tua posizione che peggiora lentamente non è mai piacevole.

È, però,  inevitabile, perchè nel trading, come abbiamo spiegato, non si può avere sempre ragione.

Quando il mercato ti va contro, e succederà, è importante saper affrontare la situazione in modo corretto.

Ecco alcuni consigli pratici per riuscirci.

Innanzitutto, non devi farti prendere dal panico.

Le emozioni, in questi momenti, tendono a prendere il sopravvento. Ciò, però, non può succedere se le elimini.

Come puoi azzerare le tue emozioni nel trading?

Decidendo tutto prima di entrare a mercato, così che nulla possa influire sulle tue decisioni.

In pratica, crei il tuo piano di trading.

Una volta creato, però, è fondamentale che lo rispetti: solo seguendolo meticolosamente puoi essere certo che raggiungerai i tuoi obiettivi.

Nel piano, infatti, hai già messo in conto la perdita che stai subendo. Se, però, agisci in modo diverso, non rispettandolo, potresti subirne una maggiore, che non avevi previsto, e mandare tutto all’aria.

Infine, una volta chiusa l’operazione nei tempi che avevi pianificato, è importante comprendere dove hai sbagliato.

L’esperienza e gli errori aiutano a migliorare sempre di più la tua capacità di capire i mercati e di crearti una probabilità soggettiva vincente.

In questo articolo ti abbiamo dimostrato come il mercato sia imprevedibile.

L’unico modo per avere successo nel trading, quindi, è accettare questa imprevedibilità e usare un metodo che sfrutta tale incertezza per avere profitto, riducendo i rischi, ma accettando anche le eventuali perdite.

Questo è il modo migliore per fare trading con successo, lo stesso usato dai traders delle banche d’affari.

Ed è quello che insegniamo nel Metodo Samas.

Scopri di più cliccando sul bottone qui sotto.

Autore: Alessandra Bongiovanni

Pellentesque in ipsum id orci porta dapibus. Vestibulum ante ipsum primis in faucibus.

Diventa finalmente un Trader di successo!

Condividi Questo Articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Ultimi articoli

Diventa finalmente un Trader di successo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi sotto i tuoi dati e sarai ricontattato da un nostro tutor.