Il Trading Automatico funziona? Ecco tutto quello che devi sapere

Tempo di lettura: 4 min

Nel percorso verso il raggiungimento di un obiettivo, hai sempre 2 scelte:

  1. prendere una scorciatoia, la strada più facile;
  2. capire veramente cosa va fatto per raggiungere quell’obiettivo, e impegnarti al massimo per realizzarlo, scegliendo la strada giusta.

Questo vale in qualsiasi ambito della vita, personale o professionale, e in tutti i settori. Anche nel mondo dei mercati finanziari è così.

Ci sono, infatti, sempre più persone che provano a venderti la strada più facile, offrendoti segnali di operatività e/o algoritmi magici che dovrebbero portarti a vincere.

Questo viene venduto come Trading Automatico, ovvero un sistema che automatizza le operazioni di investimento, promettendoti di guadagnare senza sforzo e dal giorno 1.

Se fosse davvero così, sarebbe fantastico, non credi?

La realtà, però, è ben diversa.

In questo articolo vedremo insieme perché questi sistemi sono la strada più facile per perdere soldi e qual è, invece, il percorso giusto da seguire per avere successo.

Trading systems, bots e segnali di trading: perché non sono sistemi affidabili

Tra le diverse soluzioni che normalmente ti vengono proposte, 3 sono quelle principali: i trading systems, i bots e i segnali di trading.

I trading systems sono sistemi che si basano solamente sull’analisi tecnica; ovvero l’analisi tecnica manda gli impulsi al trading system che poi, di conseguenza, permette di comprare o vendere automaticamente sul mercato.

I bots, invece, sono dei software, basati su algoritmi, che svolgono autonomamente le operazioni sui mercati finanziari per conto tuo.

I segnali di trading, infine, sono indicazioni su come comportarsi sui mercati finanziari, fornite, generalmente, da finti guru del trading.

Purtroppo, il trader neofita, colui che si avvicina per la prima volta ai mercati finanziari, tende a considerare queste soluzioni come infallibili, perché, magari, per 3 volte di seguito hanno dato dei risultati positivi.

Non c’è niente di più sbagliato. Nessuno di questi strumenti può darti risultati ottimali, in quanto tutti subiscono la probabilità di mercato.

Cosa significa?

Il mercato può andare solo in 2 direzioni: o sale o scende.

Quindi è chiaro che le probabilità che queste soluzioni hanno di indovinare l’operazione è del 50%, esattamente la stessa che avresti tu se decidessi di comprare o vendere sul mercato sulla base del lancio di una monetina.

Ecco perché qualche volta questi sistemi indovinano (e magari più volte di seguito); ma questo non vuol dire che siano efficaci.

In realtà, non solo non funzionano, ma creano anche dei danni dal punto di vista psicologico (nella tua attività di trading).

Infatti, se ti affidi ad un sistema di trading di questo tipo e vinci qualche eseguito, in automatico ti convinci che quel sistema è infallibile.

La conseguenza? Pensi di essere superiore al mercato e agisci in questo senso (in modo irrazionale), aumentando la tua posizione di rischio.

Questa è la fase emozionale peggiore che puoi avere nella tua attività sui mercati finanziari e che ti porta a distruggere il tuo capitale.

Inoltre, dietro a tali sistemi automatici ci sono sempre altri interessi.

Chi ti propone questi servizi, nella maggior parte dei casi, ha degli accordi con dei broker e guadagna una percentuale sulle operazioni che fai.

Ecco il motivo per cui ti incentivano a fare più operazioni possibili: non perché è nel tuo interesse, ma perché è nel loro interesse farti uscire ed entrare a mercato più di una volta al giorno, per ottenere rendite in maniera passiva senza correre nessun rischio.

Perché non si può automatizzare (al 100%) l’attività sui mercati finanziari

Come abbiamo visto fino ad ora, nel trading si è portati a pensare che tutto possa essere automatizzato.

Perché? Perché si crede, o meglio si vuole far credere, che il mercato sia razionale (1+1 fa 2, 2+2 fa 4, ecc.) e che, quindi, esista un metodo logico e pratico per portarti a prendere una decisione.

Completamente falso.

Nel trading non c’è niente di scontato e razionale.

Pensaci un attimo: se fosse così saremmo tutti dei Warren Buffet e non esisterebbe il mercato.

La verità è che i mercati finanziari sono irrazionali e si muovono soltanto in base a degli elementi probabilistici. Quindi una regola che ti dice che “dopo un certo movimento, o dopo determinate figure grafiche, deve necessariamente accadere un qualcosa” non può funzionare.

Facciamo un esempio.

Questo era il cambio EUR/CHF, il 15 gennaio 2015.

Un movimento che è entrato dritto nella storia e ha segnato la rovina di molti brokers e traders.

Cosa ha fatto secondo te un sistema automatico in questa situazione?
Sicuramente ha comprato o consigliato di farlo, perchè il prezzo era sceso. E invece è successo qualcosa che nessun algoritmo poteva prevedere, in quanto è stata una decisione di una banca centrale a spostare così velocemente i mercati.

Come puoi, quindi, salvarti da questa incertezza?

L’unica via è sfruttare la probabilità a tuo vantaggio.

Calcolo della probabilità: un elemento fondamentale nel trading

L’unico modo per avere successo nel trading è lavorare per costruirti una probabilità soggettiva, in modo che sia la migliore possibile.

Cos’è la probabilità soggettiva?
Tecnicamente, si tratta della misura del grado di fiducia che tu assegni al verificarsi di un dato evento, in base alle tue conoscenze.

Questo ti porta, poi, a definire la tua idea di ingresso a mercato.

La probabilità soggettiva è solo tua, perché è legata a diversi aspetti personali, come il lato psicologico, ma anche la tua storia economica.

Infatti, è chiaro che più utili hai fatto nel passato, più la probabilità che ti crei sarà diversa rispetto a quella di chi, invece, ha alle spalle delle perdite, per cui deve recuperare.

Ecco perché non ci può essere un’idea di operatività uguale per tutti, e quindi non ci sarà mai un sistema o un consiglio di una persona che possa valere per tutti.

Questo è il motivo per cui è fondamentale imparare a conoscere le dinamiche dei mercati finanziari ed è, invece, sbagliato affidarsi a sistemi automatici.

In conclusione, non esistono sistemi automatici in grado di prevedere il mercato. Ed è, quindi, inutile spendere tempo e risorse per cercarli.

L’unico percorso da seguire per avere successo nel trading è quello che ti porta a diventare un trader autonomo e consapevole, aumentando le tue competenze.

Non affidarti a sistemi, persone e/o metodologie che ti promettono rendite garantite, ma segui chi ti fa capire che esiste la possibilità di perdere e ti insegna come minimizzarla.

Ed è proprio questo che facciamo nel Metodo Samas, l’unico percorso formativo che ti insegna le esatte strategie utilizzate dalle grandi banche d’affari per ridurre al minimo il rischio e far correre i profitti.

Per maggiori informazioni, clicca sul bottone qui sotto.

Diventa finalmente un Trader di successo!

Condividi Questo Articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Ultimi articoli

Diventa finalmente un Trader di successo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi sotto i tuoi dati e sarai ricontattato da un nostro tutor.