Educazione Finanziaria: perché è così importante

Tempo di lettura: 5 min

Il mondo del lavoro sta cambiando, è innegabile.

Le grandi multinazionali stanno crescendo sempre di più, a discapito delle piccole attività, lo smart working sta prendendo sempre più piede e i cosiddetti “lavori temporanei” sono sempre più diffusi.

In questa situazione sei sicuro che il tuo lavoro esisterà ancora tra 20 anni? E che ti consentirà di guadagnare abbastanza da permetterti lo stile di vita da te desiderato?

Molte persone, purtroppo, hanno già ottenuto una risposta negativa a queste domande, a causa della pandemia che abbiamo vissuto e che ha stravolto totalmente le nostre certezze.

C’è solo una cosa che può garantirti di non trovarti mai nella stessa situazione: l’educazione finanziaria.

Di che cosa si tratta? Perché è fondamentale per il tuo futuro? E come puoi metterla in pratica?

Scoprilo in questo articolo.

Che cos’è l’Educazione Finanziaria

Secondo l’OCSE l’educazione finanziaria è:  “un processo attraverso il quale i consumatori, i risparmiatori e gli investitori migliorano le loro capacità di comprensione dei prodotti finanziari e dei concetti che ne sono alla base e attraverso istruzioni, informazioni, consigli, sviluppano attitudini e conoscenze atte a comprendere i rischi e le opportunità di fare scelte informate”.

Quindi?

L’educazione finanziaria è il processo per comprendere gli aspetti tecnici della finanza, ovvero quelle nozioni di finanza che sono utili nella vita di tutti i giorni e ti permettono di migliorarla, imparando a valutare le opportunità di gestione del tuo patrimonio.

Trovarti in situazioni in cui l’educazione finanziaria è fondamentale è più comune di quanto immagini.

Ad esempio, quando vai in banca a chiedere un mutuo, oppure quando fai una scelta per l’accumulo della tua pensione o per la gestione dei tuoi risparmi. Insomma tutto quello che rientra nelle attività che coinvolgono la moneta nel tempo.

È chiaro, quindi, quanto l’educazione finanziaria sia importante per la vita di un cittadino.

Dovrebbe, pertanto, essere insegnata a scuola come materia obbligatoria, al pari dell’educazione civica.

Ciò purtroppo in Italia non avviene: c’è una forte ignoranza economica e finanziaria.

La conseguenza?

La maggior parte delle persone non è in grado di gestire il proprio denaro e finisce per “bruciarlo”, lasciandolo fermo sul conto corrente oppure affidandolo ad altri.

Il falso mito dei soldi sotto il materasso

Statisticamente è dimostrato che il 60% circa dei risparmiatori non investe perché ha paura di perdere i propri soldi. Li tiene, quindi, fermi sul conto corrente, pensando che siano al sicuro.

Sei anche tu uno di questi? Beh, sappi che stai commettendo un errore enorme.

“Tenere i soldi sotto il materasso” non li protegge, anzi.

Così facendo vai in contro alla certezza di perdere parte del tuo capitale.

Infatti, è un dato di fatto che l’inflazione, la quale cresce di anno in anno, erode i tuoi risparmi, riducendone sempre di più il potere d’acquisto.

Chi negli ultimi 30 anni ha lasciato i propri soldi fermi ha perso circa la metà del capitale.

Questo significa che se non investi i tuoi soldi ti sottoponi ad un rischio certo di perderne una parte.

Se investi, invece, corri un piccolo rischio di perdere una porzione del tuo capitale, perché senza rischio non esiste rendimento, ma hai anche la possibilità (elevata se segui le giuste strategie) di guadagnare.

I nemici da cui devi difenderti

Il mondo degli investimenti è pieno di nemici, spesso difficili da individuare, che minacciano il tuo successo.

E se non sei sufficientemente preparato, è facile imbattersi nel Gatto e la Volpe.

Questo succede perché i soggetti che ti propongono di gestire i tuoi soldi garantendoti, magari, precise percentuali di guadagno, fanno i loro interessi, non i tuoi.

Il mondo degli investimenti è pieno di nemici, spesso difficili da individuare, che minacciano il tuo successo.

E se non sei sufficientemente preparato, è facile imbattersi nel Gatto e la Volpe.

Questo succede perché i soggetti che ti propongono di gestire i tuoi soldi garantendoti, magari, precise percentuali di guadagno, fanno i loro interessi, non i tuoi.

Il loro obiettivo è guadagnare su di te, sul numero di operazioni che apri o sugli investimenti che esegui. E lo fanno in modo mascherato, potremmo dire anche un po’ subdolo.

Come?

Sottraendoti delle commissioni nascoste direttamente dai rendimenti che ottieni. Quindi tu non ti accorgi di pagare una commissione, perché non è un pagamento diretto. Ti viene sottratta dal tuo guadagno.

Come puoi difenderti da tutto questo?

L’unico modo è educarti finanziariamente e prendere in mano la gestione del tuo denaro.

E noi ti consigliamo di farlo partendo dallo studio dei mercati finanziari.

Perché la rendita migliore è quella data dai mercati finanziari

Innanzitutto capiamo che cosa significa crearsi una rendita.

Crearsi una rendita vuol dire mettere in atto una vera e propria strategia mediante la quale, tramite un investimento iniziale, si genera un reddito costante indipendente dal proprio lavoro principale.

Quindi, investi un ammontare che ti genera uno “stipendio” extra.

Ci sono diverse tipologie di rendite: rendita finanziaria, rendita immobiliare, rendita da franchising e rendita da partecipazioni in aziende di terzi.

La rendita finanziaria, ovvero quella generata dai mercati finanziari, rispetto alle altre tipologie, ha degli enormi vantaggi.

Il primo tra tutti è che non sono necessarie ingenti somme per iniziare. Con il trading, infatti, se segui il giusto metodo, puoi moltiplicare di molto il capitale investito. 

Questo significa che puoi fare ottimi guadagni anche partendo da piccole cifre, massimizzando il rapporto rendimento/rischio.

In secondo luogo, è un’attività che puoi gestire e controllare dove e quando vuoi.

Per fare trading o investimenti sui mercati finanziari, infatti, ti basta avere una connessione Internet e un dispositivo (tablet, pc, smartphone). Alcuni mercati, inoltre, sono aperti 24h su 24 e questo ti permette di operare all’orario che preferisci.

Infine, l’ultimo grande vantaggio è la tassazione molto bassa.

Come ogni altra fonte di guadagno, anche le operazioni legate agli investimenti finanziari vanno dichiarate.

Tuttavia le tasse sono molto basse: oggi la ritenuta fiscale sulla maggior parte degli strumenti finanziari è pari al 26%.

Questi sono i principali vantaggi della rendita finanziaria.

Da dove iniziare per costruirla?

Da dove iniziare per costruire la tua rendita con i mercati finanziari

Quando parliamo di rendita da mercati finanziari in realtà dobbiamo distinguere tra 2 attività: il trading e gli investimenti.

L’obiettivo è lo stesso, ovvero trarre profitto dai mercati. La modalità, però, cambia (per approfondire la differenza leggi questo articolo del nostro blog). 

Il trading è un’attività altamente speculativa. Questo significa che puoi fare rendimenti molto alti (in percentuale) in poco tempo, ma anche bruciare il tuo conto in breve.

Ecco perché ti sconsigliamo di investire in questa attività non più del 10-20% della tua disponibilità economica; altrimenti sarebbe troppo rischioso.

Con il restante 80-90% cosa ci fai?

Lasciarli fermi sul tuo conto corrente a farsi mangiare dall’inflazione abbiamo visto non essere la risposta giusta.

Una scelta efficace (e soprattutto profittevole) è quella di crearti un portafoglio finanziario di lungo periodo con prodotti meno liquidi, ma anche meno rischiosi.

Quindi, moltiplica il tuo capitale con il trading e poi proteggilo e fallo fruttare nel lungo periodo con gli investimenti.

Puoi iniziare imparando le strategie di trading usate dalle grandi banche d’affari, quelle che insegniamo nel Metodo Samas.

In conclusione, se vuoi avere una serenità e sicurezza economica devi imparare a costruirti delle rendite extra lavoro.

E per riuscirci, senza farti fregare da dubbi guru della finanza o senza commettere errori di cui potresti pentirti tutta la vita, devi essere educato finanziariamente.

Tra le rendite extra che puoi costruirti quella che ti da i vantaggi più grandi è sicuramente la rendita da mercati finanziari, in particolare l’attività di trading.

E il Metodo Samas ti insegna come svolgerla al meglio, utilizzando le stesse strategie della grandi banche d’affari adattate ai traders indipendenti.

Scopri di più cliccando sul bottone qui sotto.

Autore: Alessandra Bongiovanni

Pellentesque in ipsum id orci porta dapibus. Vestibulum ante ipsum primis in faucibus.

Diventa finalmente un Trader di successo!

Condividi Questo Articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Leggi anche…

Diventa finalmente un Trader di successo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi sotto i tuoi dati e sarai ricontattato da un nostro tutor.